giovedì 22 marzo 2018

Il gesto si colora

Questo semplice esercizio mostra come il movimento possa essere rappresentato sul foglio da disegno. Gli alunni della 1A di Faella hanno impregnato di tempera uno spago, dopodiché hanno disposto su metà foglio da disegno lo spago colorato partendo dall'alto e facendo alcune curve, hanno chiuso il foglio ed hanno creato sul foglio una certa pressione chiudendo il foglio tra le pagine di un libro. Successivamente hanno tirato il filo che fuoriusciva dal foglio in modo deciso, hanno aperto il libro ed aperto il foglio hanno ottenuto questi capolavori .....



Su un esercizio precedente hanno ripetuto l'esperimento utilizzando un'altro colore ed hanno ottenuto degli intrecci veramente interessanti. Abbiamo anche provato ad osservare le linee e ad interpretare le forme ottenute ... bravi ragazzi vostre linee strappate sono veramente interessanti e ricordate con il foglio piegato avete ottenuto una composizione simmetrica!!!!!









venerdì 2 marzo 2018

Alla scoperta di Peschi in fiore, “Souvenir de Mauve” di Vincent Van Gogh!!!






Insegnare arte per me è un gran privilegio e quando riesco a collaborare con i miei colleghi di altre discipline lo scambio tra docenti e discenti si arricchisce e diviene stimolo di conoscenza. L'occasione: insegnare agli studenti delle classi terze la lettura di un dipinto di Vincent Van Gogh in lingua: Peschi in fiore (Souvenir de Mauve)!!!! Dopo qualche giorno che pensavo a questo dipinto mi sono ricordata che avevo visto da qualche parte il disegno di un trittico: nel volume Sotto il Cielo di Auvers  ho ritrovato la foto del bozzetto:


blosstrip

Ecco come Vincent pensava di organizzare 3 delle quindici scene di frutteti in fiore che ha dipinto ad Arles. I dipinti si riconoscono perchè in una lettera a Theo il 13 aprile 1888 Vincent li ha esplicitamente legati proprio come in un trittico: questi sono The Pink Orchard (noto anche come Orchard with Blossoming Apricot Trees ), The Pink Peach Tree (o Peach Tree in Blossom ) e The White Orchard ed ha incluso nella sua lettera uno schizzo. Dalla lettura della lettera alla sorella Willemien del 30 marzo; Vincent esprime l'intenzione di inviare il dipinto precedente alla vedova di Anton Mauve. Mauve era il cugino di Vincent ed era stata una figura importante nel primo sviluppo artistico di Van Gogh ; Vincent aveva inviato Souvenir de Mauve a Theo a maggio, e successivamente è stato trasmesso alla vedova di Mauve. In realtà il Pink Peach Tree è quasi identico nella composizione con il Pink Peach Tree (Souvenir de Mauve) , che è stato il secondo dipinto della serie, completato subito dopo The Pink Orchard ( The Pink Orchard e Souvenir de Mauve furono i primi due dipinti della serie, da marzo, mentre The Pink Peach Tree e The White Orchard furono gli ultimi due, completati verso la fine di aprile).
Risultati immagini per fiori di pesco van gogh
The Pink Peach Tree
1280px-Vincent_van_Gogh _-_ De_roze_boomgaard _-_ Google_Art_Project
The Pink Orchard

WLANL _-_ Jankie _-_ De_witte_boomgaard, _Vincent_van_Gogh_ (1888)
The white orchard
The Pink Orchard mostra bene la gamma di tecniche pittoriche che Van Gogh aveva sviluppato a questo punto: presenta brevi pennellate di rosso e verde per l'erba in primo piano, dipinta sottilmente, la composizione si muove in diagonale, da sinistra all'estrema destra; questo fu il primo dipinto di fiori dipinto da Van Gogh, all'inizio della stagione dopo un lungo inverno, e molti degli alberi non sono in fiore; la manciata di alberi al centro che stanno fiorendo mostrano fiori dipinti prevalentemente in bianco, ma con riflessi di rosa e arancio. Il Pink Peach Tree mostra un'applicazione di pittura impastata dappertutto, con fiori dipinti così spesso da non far altro che appendere alla tela. I colori centrali qui sono nel bianco del terreno e il fiore, nei loro riflessi verdi, e nel fitto cielo blu-turchese dipinto e sospeso intorno ai fiori in fiore. La recinzione a destra della composizione è dipinta in lunghi verticali e con una varietà di colori che ricorda ancora i dipinti di Montmartre del 1887 di Van Gogh; le sue arance, i suoi marroni e i rossi compensano l'albero centrale, il titolato e il cielo, e si contrappongono ai verdi inferiori e agli azzurri superiori. Il White Orchard è il dipinto più uniforme delle tre opere, e appropriatamente quello con il minimo rosa nel fiore dei suoi alberi. Il loro fiore bianco e verde, appoggiato su rami blu, è controbilanciato dai rosa e dai viola che caratterizzano il terreno. Questo frutteto appare in piena fioritura, i rami dei suoi alberi intrecciati contro un cielo delicato. 
Ecco il motivo del nome di questo blog: dietro un dipinto si nascondono tantissimi "segreti" che una volta scoperti restituiscono alla studioso più "navigato" e a  quello che muove i primi passi il piacere della scoperta!!!! 



martedì 27 febbraio 2018

Monet e Van Gogh e l'ispirazione giapponese

L’arte giapponese è di fondamentale importanza per lo sviluppo dell’arte moderna: tutti i grandi maestri della pittura francese si sono appassionati e ispirati ai motivi figurativi e ai mezzi stilistici giapponesi, raffigurando arte d’importazione giapponese nelle loro opere, interpretando soggetti figurativi nipponici e adottando il linguaggio figurativo della stampa giapponese. Dopo aver analizzato le opere di Monet e Van Gogh puntualmente influenzate dalle vedute del monte Fuji ho proposto alle classi terze di provare a riprodurne una per apprezzarne la sintesi grafica!! Esperimento riuscito!!!







lunedì 19 febbraio 2018

Modern art Simplified!!!


Insegnare a conoscere l'arte è un compito non sempre facile soprattutto quando affrontiamo il novecento: come riuscire a "districarsi" tra tante correnti artistiche, artisti, stili??? Anni fa avevo provato a far disegnare con linguaggio impressionista, espressionista, cubista e surrealista lo stesso soggetto ma non avevo avuto un grande successo. Cercando idee, spunti per prove grafiche su Pinterest ho trovato proprio quello che cercavo: Modern art simplified by WrongHands un pannello riassuntivo sulle diverse forme d'arte ............. ho proposto l'immagine di un pesce da trasformare secondo i diversi linguaggi con creatività.. le mappe sono proprio delle vere opere d'arte!!! 














sabato 17 febbraio 2018

Il tradimento delle immagini

magritte


«Le immagini vanno viste quali sono, amo le immagini il cui significato è sconosciuto poiché il significato della mente stessa è sconosciuto». (R. Magritte)

L'arte è un esperienza di conoscenza della realtà, per gli artisti il disegno è lo strumento attraverso il quale si comprende un soggetto. Dopo molti secoli in cui gli artisti si sono occupati di catturare ogni dettaglio cambia tutto: Magritte riesce a separare di fatto la realtà dalla sua rappresentazione!!!! Il messaggio di Magritte è infondo abbastanza chiaro, ovvero: attenzione, rappresentazione non significa realtà, l’immagine di un oggetto non è l’oggetto stesso! Davanti a queste affermazioni e dopo aver osservato il dipinto con tanto di didascalia contestano vivacemente l'assunto dell'artista. sono 18 anni che insegno e sento riecheggiare nelle varie aule gli stessi commenti. Ma ho sfidato i miei alunni chiedendo loro di osservare una normale lampadina ad incandescenza: il suo volume, la sua forma, la sua funzione e di rappresentarla in un contesto reale e sullo stesso foglio proporre una visione surreale della stessa lampadina .............. le soluzioni che posto sono state elaborate dalle classi terze alcune veramente interessanti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
















martedì 13 febbraio 2018

Grant Wood Parodies





American Gothic (Gotico americano) è un dipinto del 1930, ad olio, eseguito dall’artista statunitense Grant Wood. Raffigura un agricoltore che regge un forcone e sua figlia (oppure la giovane moglie) davanti ad una casa di legno in stile rurale “Carpenter Gothic”. Grant Wood voleva raffigurare i ruoli tradizionali dell’uomo e della donna nel Midwest, e molti interpretano il forcone che l’anziano regge come un simbolo del lavoro manuale. Dopo aver osservato numerose parodie ho chiesto ai miei studenti di terza di reinventare in modo creativo il dipinto ............ ecco i risultati!!!!
















lunedì 1 gennaio 2018

Per il nuovo anno userò ... la doppia CC: Condivisione di Creatività!!!!

 Ringrazio il blog  myartfulnest.blogspot.com  curato da un insegnante di arte del Kansas per aver condiviso un esercizio che ho proposto ai miei alunni delle classi prime qualche mese fa: dopo aver disegnato a destra del foglio una zucca, gli alunni hanno diviso lo sfondo in settori dove hanno esercitato la propria creatività. Le sfumature della zucca sono state ottenute con le matite. L'effetto finale è veramente gradevole!!! L'idea è nata dall'arte di Magaret Stoner Roche artista ed insegnate di scuola media dell'Arizona!! La condivisione è fodamentale!!! 

















Il gesto si colora

Questo semplice esercizio mostra come il movimento possa essere rappresentato sul foglio da disegno. Gli alunni della 1A di Faella hanno i...