sabato 25 febbraio 2017

L'osservazione dell'arte come strumento di apprendimento


Risultati immagini per MANET BAR CAMERIERARisultati immagini per MANET OLYMPIA PARTICOLARI


Racconterò un'esperienza svolta nella classe terza dove ho cercato di stimolare i miei studenti all'osservazione come strumento di conoscenza: grazie a questa metodologia di approccio all'opera d’arte si stimola lo spettatore a un’osservazione più attenta, a una comprensione più profonda e a un’analisi precisa di ciò che l’opera stessa racchiude. Dopo aver spiegato l'impressionismo ed aver analizzato le opere di Manet, Monet, Renoir e Degas ho invitato i miei studenti a scegliere tre opere tra quelle analizzate  evidenziando gli elementi in comune nel proprio quaderno. Sono molto soddisfatta dell'esperienza: tutti gli alunni hanno svolto questa attività, sono stati molto precisi nelle loro osservazioni con il risultato che la discussione in classe è stata attiva e coinvolgente. Condivido le "osservazioni" di Margherita che è riuscita a "vedere" tanti dettagli nelle opere di Manet che dopo tanti anni d'insegnamento non riuscivo più a vedere!!!!!
"Ho scelto le tre opere di Manet: Colazione sull'erba, Olympia, e Bar delle Folies Bergère perchè:
1. le protagoniste sono tre donne
2. le donne hanno i capelli legati
3. in ogni quadro ci sono dei particolari di colore nero: le giacche degli uomini, la serva, la giacca della cameriera e il laccio della sua collana
4. nei tre dipinti sono raffigurati fiori: nel prato, il mazzo portato dalla cameriera, quelli sull'abito della cameriera
5. il colore della pelle delle tre donne
6. tutte e tre le protagoniste hanno uno sguardo serio
7. dietro ogni donna ci sono delle persone
8. le tre donne sono appoggiate: la prima è seduta, la seconda è distesa e la terza è appoggiata al bancone" 
E' seguita una costruttiva discussione con tutti i partecipanti che hanno riconosciuto a Margherita di essere stata un'attenta osservatrice la migliore della classe!!! Questo metodo è molto interessante e nei prossimi posto presenterò un successivo sviluppo. Credo che rendere attivi i partecipati della lezione sia fondamentali per "catturarli tutti" dall'alunno meno interessato, a quello con carenze linguistiche, a quello che difficilmente riesce a stare attento ............. l'arte è un grande strumento di inclusione!!!! La conseguenza è un incremento delle abilità cognitive, delle capacità analitiche e critiche nei confronti di ciò che si vede e, quindi, di ciò che ci circonda. Attraverso il dialogo con gli studenti si stimolano anche il confronto, l’apertura e il rispetto verso il pensiero differente dal proprio, in quanto ogni opinione viene condivisa. GRAZIE RAGAZZI!!!!




Nessun commento:

Posta un commento