Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

La nomina a senatore a vita di Renzo Piano merita un post!!!

Immagine
Ieri il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha nominato senatori a vita, ai sensi dell'articolo 59, secondo comma, della Costituzione, il maestro Claudio Abbado, la professoressa Elena Cattaneo, l'architetto Renzo Piano e il professor Carlo Rubbia, che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo scientifico, artistico e sociale. Renzo Piano, 76 anni, genovese, è considerato uno degli architetti più brillanti nel panorama della progettazione. L'ultima opera l'ha inaugurata il 27 luglio scorso: il nuovo Museo delle Scienze di Trento. 





Il neo senatore a vita Renzo Piano, ha lasciato il segno in molte delle principali città del mondo: dal Centro Culturale Georges Pompidou a Parigi (realizzato a soli 34 anni insieme a Rogers e che lo ha lanciato), all'aeroporto Kansai in Giappone, all'auditorium Parco della Musica di Roma, al museo dell'Art Institute a Chicago, al Zentrum Paul Klee di Berna, al nuovo Campus della Columbia University a N…

Le opere di Caspar David Friedrich all'Alte Nationalgalerie di Berlino

Immagine
Che emozione vedere i capolavori di Friedrich all'Alte: all'interno dell'edificio costruito nella seconda metà del '800 in stile classico si trovano le opere di un'artista estremamente moderno, rivoluzionario che ha dato un volto ed un anima alla natura che rappresenta. Al terzo piano dell'edificio un'intera sala è dedicata all'artista:  le opere esposte non riflettono l’armonia e la compostezza classica promulgata verso la metà del settecento, ma esprimono un’idea dell’antico e delle natura oscura, in cui le immagini si caricano di drammatiche tensioni e di emotività. Friedrich rappresenta l'immensità della natura e la sua incomprensibilità, la forte tensione che lacera i suoi personaggi privilegiandone la visione di spalle e la luce emanata dalla luna che rende fosforescenti le nebbie. 










Berliner Mauer: la barriera simbolo dell'Europa divisa

Immagine
Berlino è città in continua trasformazione, veloce, rapida nel consumare anche la propria storia. Dopo la caduta del Muro nessuno voleva più avere di fronte agli occhi quella lunga ferita di cemento: ne furono fatti tanti frammenti da vendere come souvenir finché pure le schegge originali finirono e i truffatori s’inventarono i pezzi di Muro contraffatto che si trovano nelle case dei turisti di tutto il mondo. 



Mostra all’aperto con indicazione del tracciato del muro
Con il Muro è stata però cancellata anche la memoria: il viaggiatore che volesse ricostruirla vaga per la città alla ricerca di testimonianze che stenta a trovare. 

Un percorso suggestivo che cerca di ricostruire la memoria del muro è stato realizzato “in ricordo della divisione della città, dal 13 agosto 1961 fino al 9 novembre 1989, e in memoria delle vittime del dominio comunista basato sulla violenza” dalla Repubblica Federale di Germania nel 1998. 





“Finestra della memoria” – Luogo della memoria individuale alle vittime d…

Berlino - Diario di viaggio

Immagine
Visitare la più giovane delle capitali europee è una bellissima esperienza che ho fatto durante il mese di agosto. Appena arrivata a Berlino sono stata affascinata dalla grande quantità di cose da vedere, dai suoi spettacolari edifici moderni agli innumerevoli musei e mi sono trovata a dover fare delle scelte dettate soprattutto dal mio gusto personale, conservando tuttavia una sorta di rimpianto per le cose che ho dovuto inevitabilmente trascurare. Ho quindi pensato di condividere il mio seppur breve viaggio con i miei lettori prima dell'inizio del nuovo anno scolastico e degli inevitabili impegni che sottrarranno del tempo prezioso al ricordo del mio viaggio. Non seguirò un ordine preciso nei miei diciamo appunti di viaggio ma semplicemente l'emozione che l'architettura e l'arte mi hanno regalato in questo soggiorno. In fondo anche se sono passati molti anni mi sento ancora una studentessa di architettura che cerca di incontrare nei suoi viaggi quei luoghi che ha st…

Landscape di David Hockney!!!

Immagine
Durante l'anno scolastico abbiamo osservato molte immagini relative ai paesaggi: foto, immagini pubblicitarie, dipinti, acqueforti e disegni. L'artista privilegiato dai miei studenti è stato David Hockney che in Nichols Canyon  nell'apparente infantilismo del disegno sottolinea un uso totalmente libero ed istintivo del colore. L'artista inglese risiedeva ad Hollywood durante gli anni '80: Nichols Canyon, comincia da Hollywood Boulevard e continua verso le colline appena sotto Mulholland Drive. Osservare attentamente il dipinto ha inevitabilmente portato gli studenti a dover approfondire la morfologia delle colline di Hollywood dove la vita di città coesiste con la tranquillità della periferia.



Ecco alcune copie d'artista ...................





Happy birthday!!!!!!!!!!!!

Immagine
Il 26 luglio 2012 nasceva questo blog sull'onda della necessità di "sopravvivere" professionalmente ad un contesto lavorativo in cui è sempre più difficile dare il meglio di se stessi. Aggiornarsi sulla professione, vedere ciò che altri insegnanti come me lavorano con i propri studenti inizialmente ha esaudito il mio progetto di accrescimento e di studio. Ma poi la libertà di espressione che consente la mia disciplina e l'opportunità di tirare fuori interessi personali hanno dato un indirizzo diverso a quello che avrei immaginato. E intanto è venuta fuori la necessità della condivisione, e di conseguenza un approccio più critico allo svolgimento della professione. E' crescituo l'entusiamo ed è cresciuto il blog. A una media di 2500 mila visitatori al mese ha interessato più di 31 mila lettori, per l’85% sempre nuovi e per il restante 15% lettori che tornano. Punta massima di lettura, 4.163 visitatori nel mese di gennaio. I post più letti sono l'Arlecchino…