sabato 30 marzo 2013

Buona Pasqua!!!!!!!!!


L'incredulità di San Tommaso davanti al Cristo risorto.




Michelangelo Merisi da Caravaggio, Incredulità di san Tommaso, 1602 - 1603,
 olio su tela, 107x146 cmPotsdam, Bildergalerie Sanssouci

Caravaggio con estrema abilità e maestria riesce a fissare il momento dell'incontro con San Tommaso e di altri due apostoli sulla tela, indirizzando gli occhi dell'osservatore nel punto più importante della composizione: le teste del Cristo e dei tre Apostoli chine a formare quasi una sorta di cerchio mentre guardano le ferite aperte sul costato di Gesù. Il dito di San Tommaso che ancora non crede a ciò che gli sta davanti quasi con fare beffardo affonda nella bianca carne del Cristo illuminata da una luce intensa, quasi divina, mentre gli altri Apostoli seguono il gesto con emozione e grande trepidazione. La drammaticità di questo gesto così realistico viene accentuata dal forte contrasto creato dal chiaroscuro, la luce che è concentrata sui volti e irrompe come dall’alto irradiando il costa­to di Gesù, serve a evidenziare l'azione annullando tutto. Considero l'immagine l'opera di Caravaggio una perfetta fotografia del momento, una trasposizione perfetta delle sacre scritture in pittura: l'incredulità degli uomini, la disponibilità del Cristo, le mani e le fronti corrugate. 

Credo che non ci sia immagine migliore per augurare buona Pasqua a tutti coloro che visitano il mio blog. Un augurio speciale a tutti i miei studenti vecchi e nuovi che seguono il blog e a tutti i miei colleghi che con impegno e dedizione educano all'ARTE!!!


mercoledì 27 marzo 2013

Ancora archi!!!!

Anche i ragazzi della classe 1 di faella hanno realizzato i loro archi ............ Bravi!!!!!!!!!!!!!!


Sofia



Gioele

Irene


Elisa

Giada

Gianluca


sabato 23 marzo 2013

Gufi creativi!!!!

Fra tutti gli animali gli uccelli sono i più affascinanti per la capacità di librarsi nel cielo e per i colori delle loro piume. I rapaci notturni come gufi e civette hanno una testa grossa con becco e unghie ricurve. Quando gli uccelli sono fermi , le ali, in posizione di riposo, accostate al corpo, contribuiscono a dare all’animale una forma tondeggiante. Agli studenti delle classi seconde di Pian di Scò è stato fornito lo schema di lavoro. Gli alunni hanno disegnato lo schema sul proprio foglio ed hanno  proseguito con tecnica libera a stendere i colori. Ecco i primi risultati!!!!

Viola


Silvia

Erika

Irene

Jacopo

Manuela

Karolina

Marco

Roberto



venerdì 22 marzo 2013

Variazioni sul tema arco!!!!!


Anche la Classe 1A di Castelfranco di sopra ha svolto l'esercizio sull'arco creativo .... le soluzioni sono molto diversificate ... il tema arco è stato declinato nei modi più impensabili ............ Bravi ragazzi i risultati sono eccellenti!!!!!

Alessia

Camilla

Alice

Davide

Filippo

Chiara

Francesco

Gaia

Lucia

Lucrezia

Nicola

Tommaso

mercoledì 20 marzo 2013

Archi creativi!!!!!


Con i ragazzi delle classi prime abbiamo analizzato la struttura dell'arco, geniale invenzione dell'ingegneria etrusca, portato ai massimi splendori dall'architettura romana. Dopo aver illustrato gli elementi costitutivi dell'arco ho chiesto ai miei studenti di disegnare un arco creativo ............... ecco i risultati della 1A di Pian di scò. Bravi ragazzi avete trovato delle soluzioni efficaci!!!!!!!!!!!!!!!!

Camilla

Alessio

Aurora

Arianna


Christian


Manuel

Mattia

Niccolò

Matteo

Tommaso

sabato 16 marzo 2013

Disegnare tartarughe!!!!!!


Con gli studenti delle classi prime abbiamo provato a disegnare una tartaruga evidenziando la corazza o guscio che è l'elemento che la caratterizza rispetto a tutti gli altri rettili. Il guscio può essere osseo, coriaceo o molle e generalmente è costituito da tre elementi: carapace, piastrone e un ponte osseo  che li unisce. Il dorso, chiamato carapace, ha forma convessa, mentre il piastrone, la parte inferiore, è pressoché piatto o leggermente concavo. Il guscio è parte integrante del corpo della tartaruga e dal punto di vista biologico funge da protezione. Esso non è altro che una modificazione della cute e presenta una struttura doppia costituita internamente da placche ossee rivestite superficialmente da piastre di materiale corneo denominate scuti, che generalmente presentano disegni e colori che determinano la livrea della tartaruga a volte ricca di macchie o segni. Nel web ho trovato uno schema semplice che permette di disegnare una tartaruga in 9 passaggi: lo schema è stato fornito ai miei studenti che in modo personale hanno realizzato le corazze. 




Alice

Sarha

Sara

Lavinia

Linda

Lucrezia

Roberto

Giada


Sofia

martedì 12 marzo 2013

Disegnare cerchi!!!!

L'esercizio da svolgere in classe e completare a casa consisteva nell'esercitarsi a disegnare cerchi sperimentando diverse tecniche grafiche: matite colorate, pennarelli, la matita o  la bic .... ho invitato gli studenti ad usare lo strumento che li faceva sentire a proprio agio o al contrario lo strumento che avrebbero voluto imparare ad usare. Dopo aver creato la composizione, gli studenti sono stati invitati a creare delle superfici per ogni cerchio disegnato e successivamente a creare uno sfondo che riuscisse ad evidenziare la composizione creata. Ecco i risultati ottenuti dalla 2B ... bravi ragazzi ognuno di voi è riuscito a personalizzare le proprie composizioni!!!!!



Irene

Erika

Arianna

Gianluca
Manuela
Viola

Karolina





Roberto

Silvia